OZONOTERAPIA

Cos’èl’ozono è un gas che, in natura, si forma nell’atmosfera grazie a scariche elettriche ( durante temporali )  che modificano la stabile struttura molecolare dell’ossigeno (O2), trasformandolo in O3. Una molecola di ozono è quindi formata da tre atomi di ossigeno ed è instabile, ma è proprio da questa instabilità che derivano le sue proprietà benefiche. Grazie alla sua capacità di ossidazione, uccide batteri, virus, muffe, funghi e alghe. Inoltre, normalizza e riequilibra il sistema immunitario. Le proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie e la capacità di migliorare il metabolismo cellulare sono di notevole importanza. Nelle zone del corpo dove viene somministrato, l’ozono migliora la circolazione sanguigna, soprattutto il microcircolo dei capillari,  scioglie i grassi corporei (molto efficace contro cellulite e adiposità localizzate) e agisce contro i muscoli tesi e contratti.

Metodi di somministrazione :

Iniezioni di ossigeno-ozono sottocutanee, intramuscolari e intrarticolari: la miscela di ossigeno-ozono viene iniettata in diverse quantità, in diversi modi e in diverse zone del corpo, in base alla patologia da curare.

Insufflazioni di ossigeno-ozono rettali, anali, vaginali, uterine e uretrali: la miscela di ossigeno e ozono viene introdotta nelle rispettive zone attraverso dei piccoli cateteri. L’ozono entra così in contatto diretto con tessuti   soggetti a infezioni, infiammazioni, irritazioni, dolori o altre condizioni di disagio.

Via topica: si applica su mani, braccia, piedi e gambe. La zona interessata viene avvolta in un sacchetto isolante di materiale plastico in cui viene fatto affluire l’ozono.

Idropinica: il paziente beve regolarmente acqua ozonizzata e il suo organismo può così godere dei benefici globali dell’ozono.

Grande autoemoinfusione:  si prelevano  per via endovena 100 o 200 cc di sangue e si unisce a una miscela gassosa di ossigeno e ozono.  In seguito si inietta sempre per via endovena.

Piccola autoemoinfusione:  sono prelevati pochi cc. di sangue dal paziente, arricchiti con la miscela gassosa di ossigeno e ozono e reiniettati per via intramuscolo.

 

Indicazioni cliniche

 L’attenzione maggiore che poniamo all’utilizzo dell’ozonoterapia è il trattamento del dolore in ogni sua forma, sia cronico che acuto, attraverso iniezioni di ossigeno-ozono sottocutanee, intramuscolari e intrarticolari .

Ernia Del Disco: le ernie dorsali, lombari o cervicali comprimono le radici dei nervi nelle vertebre  e le infiltrazioni di miscela gassosa di ossigeno e ozono, agiscono sul disco fuoriuscito che si avvia così ad un naturale e completo disseccamento. L’ernia diventa sempre più piccola e la compressione si riduce progressivamente alleviando il dolore.

Gonartrosi e Coxartrosi: patologie cronico-degenerative che producono un danno articolare

Dolore Cervicale e Lombare

Lombosciatalgia dovuta alla compressione del nervo sciatico

 

Il campo applicativo dell’ozonoterapia è molto ampio; si spazia dalla medicina complementare come i dismetabolismi a quella convenzionale come le patologie vascolari, le infezioni uroginecologiche , dermatologiche (es. acne ), odontoiatriche ( es carie), funzionali ( es. stipsi, coliti ) ed estetiche ( anti age ,cosmesi ).